LETTERS TO LONDON

LETTERS TO LONDON Ti pare così grigia, ti pare così lontana, così grande, è immensità. Ti pare sconosciuta. E’ movimento, movimento senza freni, è colore, energia eccitazione. E’ l’immenso in una via, l’immenso in un tramonto. E’ l’immenso senza fine in una linea metropolitana. Sono luci riflesse su un canale, sono luci che illuminano l’arrivo

NOVEMBRE

NOVEMBRE. Nessuno ci ha mai detto o anche solo accennato al perché di un Novembre, da sempre, così malinconico. Saranno le foglie che ricoprono come fossero tappeti dorati le strade delle città, o le prime vere piogge incessanti sui tetti delle case, il cielo che diventa lattiginoso, nebuloso quasi bidimensionale e ci comprime i pensieri